Oggi abbiamo analizzato uno strumento potente per comprendere come giungere alla realizzazione di se stessi: la piramide di Maslow.

Essa è composta da specifici bisogni, i quali soddisfano differenti aree: alla base della piramide sono collocati i bisogni fisiologi ed a seguire si trovano la sicurezza, gli affetti, il riconoscimento sociale ed infine, all’apice, l’autorealizzazione.
Secondo lo studioso Maslow, se operiamo per adempiere a tali bisogni, secondo lo schema piramidale attraverso il quale sono rappresentanti, possiamo realizzare in concreto i nostri progetti e dunque noi stessi.

Sembra facile, ma in realtà per me appare alquanto sfidante!
A riguardo, ho trovato molto significativa la metafora espressa da un partecipante:
“Questa piramide è tanto affascinante quanto intrigante. Proprio come la piramide degli Egizi: una meraviglia che cela al suo interno tanti misteri da scoprire!” .

Il percorso da compiere per sentirsi pienamente soddisfatti si presenta spesso arduo in quanto costituito da diversi generi di difficoltà da affrontare, quali ostacoli od imprevisti.
Ma, come insegnano il Mentoring ed anche il Coaching, non ci sono azioni giuste o sbagliate, bensì azioni che funzionano o che non funzionano e da quest’ultime, da entrambe in egual misura, riceviamo apprendimenti utili (e spesso fondamentali) per progredire nel nostro cammino di ascesa personale!
Tutto ruota attorno alla motivazione che ci spinge verso l’apice della piramide: più essa è forte ed articolata e colorata, più efficacemente avanzeremo verso il nostro obiettivo.

E voi, in quale punto del vostro cammino vi trovate?

Se desiderate conoscere approfondimenti e curiosità intorno a questi temi, vi aspettiamo al prossimo incontro online! Per aggiornamenti ed info seguite la nostra pagina facebook ed il nostro sito.


Testo a cura di Francesca De Fiorido

Articoli recenti