LE DOMANDE POTENTI
Martedì 22 maggio 2018

LE DOMANDE POTENTI PER TRASFORMARE CONVERSAZIONI DIFFICILI IN DIALOGHI SIGNIFICATIVI

Di che si tratta?

Approfondimento teorico: LE DOMANDE POTENTI

Laboratorio creativo: DIVENTARE LEVATRICI DI IDEE

Ti è mai capitato di partecipare ad una discussione difficile, che gira a vuoto, e nella quale non si arriva a decidere niente ma ognuno continua a restare bloccato nella sua posizione? Ti è mai capitato che, all’improvviso, una “domanda potente” posta da uno dei partecipanti abbia “acceso la luce” e stimolato le risposte che hanno aiutato tutti a superare il blocco e arrivare a trovare le soluzioni desiderate? Il potere di certe domande è enorme perché aiutano i destinatari ad uscire dai propri schemi mentali precostituiti e pensare in modo diverso. Al di fuori dei confini abituali, vengono le grandi idee ed i pensieri profondi che aiutano le persone a realizzare i propri sogni.

La metodologia di ricerca della verità attraverso domande e risposte è comunemente conosciuta come “metodo socratico”, dal filosofo ateniese Socrate che era solito porre domande ai suoi interlocutori per stimolarne il pensiero e pervenire a risposte coerenti a piccoli e grandi interrogativi. Dall’antica Grecia ai nostri giorni, pensatori e scienziati di varie discipline hanno studiato il funzionamento delle domande penetranti, pervenendo alla conclusione che esse, stimolando aree diverse del nostro sistema neuro-cognitivo, determinano nuove risposte logiche ed emotive, aiutandoci ad estendere le nostre conoscenze al di là dei riferimenti fattuali e dei punti di vista che siamo soliti utilizzare. Le domande ci aiutano ad applicare ciò che ci è noto a ciò che ci è sconosciuto, aumentando la nostra consapevolezza interiore e migliorando la nostra capacità di reagire a stimoli e sollecitazioni.

L’efficacia di una domanda è il risultato combinato del suo contenuto e della modalità con cui essa è posta. Normalmente si distinguono le domande “chiuse”, alle quali si può dare solo un numero limitato e precostituito di risposte (come “sì” o “no”), dalle “domande aperte”, alle quali è possibile dare una risposta articolata ed elaborata, nella quale si possono esprimere e comunicare numerose informazioni ed emozioni (per esempio “Com’è andata oggi al lavoro?”). Numerosi studiosi hanno anche evidenziato come, se non si lascia un intervallo di tempo sufficiente dopo aver posto una domanda e ci si aspetta una risposta immediata, allora non si stanno ponendo domande efficaci, e la qualità delle informazioni che si ottengono rifletterà tale inefficacia.

Le domandi potenti ci aiutano a trasformare una conversazione difficile in un dialogo significativo, nel quale si crea un contesto di empatia, si condividono le reciproche aspettative e ci si allea per il successo.

Questo incontro formativo si propone di illustrare alcune tecniche di “Conversational Intelligence®” per trasformare qualsiasi conversazione difficile in un dialogo significativo per tutti gli interlocutori.

L’incontro si articolerà in due moduli formativi:

– un modulo di tipo teorico, nel quale i docenti illustreranno ai partecipanti come formulare domandi potenti ed efficaci e le principali tecniche di “Conversational Intelligence®”;
– un modulo di tipo applicativo, nel quale i partecipanti saranno coinvolti in simulazioni di applicazione pratica di quanto appreso.

Grafica a cura di:
Diversamente graphic & web-design
www.diversa-mente.com

Testo a cura di:
YEP-Your Empowering Partners
www.yeponweb.com

Dove e quando?

LUOGO DA DEFINIRE
ORE 20.30 – 22.30

Contattaci per partecipare

e adesso Condividi questo articolo

prossimi laboratori per gli associati